Un bacio al nostro angelo che ci ha dato tanto!





Abbiamo deciso di provare l’esperienza di adottare un cane anziano appena presa casa, l’idea di donare una famiglia anche per pochi mesi ad un pelosetto ci piaceva.
Dopo un po’ di “ricerche” abbiamo scelto Achab. Aveva 14 anni (di cui 11 passati in canile), problemi alle zampe posteriori, che a volte trascinava, un carattere un po’ esuberante e possessivo. Sporcava il box, il cibo per lui era una fissazione e non amava molto le coccole, soprattutto dagli estranei. Anche io, seppur lo conoscessi da un paio di anni, ero timorosa nei suoi confronti.
Eravamo quindi consapevoli di aver scelto un cane “difficile” e pronti ad avere tanta pazienza con lui.
Ma forse la nostra fortuna più grande è stato proprio poter vedere quanto un cane, in un ambiente che può considerare casa e circondato dalla sua nuova famiglia, possa cambiare.
La sua intelligenza l’ha dimostrata già dal primo giorno, non ha mai sporcato in casa… Mai! La sua fissazione col cibo nel giro di due settimane è sparita, anzi, nei suoi ultimi giorni mangiava solo dalle mie mani…
Cercava il nostro contatto, ci riempiva di baci ed era affettuoso con tutti i nostri ospiti.
Il suo problema alle zampe era migliorato molto, correva per il giardino e giocava come un cucciolo!
Purtroppo un giorno mentre correva per il giardino ha avuto una brutta ricaduta: Achab all’inizio faceva molta fatica ad usare le sue zampe posteriori, e nel giro di una settimana non le muoveva quasi del tutto. Lo abbiamo dovuto ricoverare…
E’ riuscito a dimostrarci il suo affetto e la sua fiducia nei nostri confronti anche durante il ricovero: in nostra assenza non si faceva avvicinare da nessuno ma soltanto quando noi eravamo accanto a lui si faceva visitare senza problemi.
Insomma un cane eccezionale che ha avuto solo 2 mesi di possibilità per dimostrarlo al mondo. E siamo felicissimi di aver preso questa decisione e di avergli dato la possibilità di essere felice e di renderci felici.
Il nostro consiglio è quello di adottare, adottare anche cani anziani!! Sono loro quelli che hanno più bisogno e non limitatevi ai problemi che possono esserci, perché come ci ha dimostrato Achab, il cane in canile non è veramente se stesso, ma è solo un essere vivente che ha tanta voglia di essere amato e accompagnato da una mamma e un papà che gli tengono la zampetta fino alla fine.
Un bacio al nostro angelo che ci ha dato tanto!
Gaia e Mattia