Rubino





Il piccolo Rubino è tornato! Certo, ci ha fatto piacere rivederlo, ma che strazio ricondurlo in un box, chiudere il cancelletto e voltargli le spalle! E come glielo spieghiamo che la sua vita torna ad essere quella monotona successione di ore, giorni, settimane, mesi senza uno scopo, una vuota attesa che succeda qualcosa? Perché lui una vita piena l’ha conosciuta, perché lui sa cos’è la vita in famiglia, perché le sue giornate non erano tutte uguali e grigie come quelle che lo attendono d’ora in avanti. E il suo ritorno non è certo avvenuto per colpa sua. Adesso poi ha qualche annetto in più e qualche chance in meno di essere scelto. E’ un piccoletto zampacorta dall’aspetto un po’ anonimo e con quel colore nero che pochi apprezzano, col musetto ormai ingrigito. E non è nemmeno fotogenico, ahimé. Eppure dal vivo ha uno sguardo particolare e due occhietti dal taglio quasi orientale che ti fissano muti, ma riescono a comunicarti il suo desiderio di tornare a vivere e non a sopravvivere. Non scartiamolo frettolosamente: ha i suoi pregi e potrebbe fare la felicità di qualcuno. La taglia piccola gioca a suo favore, il carattere pacato e timidino farà di lui una presenza discreta nella vita di chi lo sceglierà. Non chiede attenzioni eccessive: si sa accontentare e trotterellerà educato in passeggiata a fianco del suo umano. Anche sul cibo non ha pretese: è una buona forchetta che sa apprezzare grato tutto quello che gli viene proposto. Può bastare? Gliela vogliamo dare una chance?