Piccola dolce Mela





L’autunno ha lasciato spazio all’inverno, le foglie sono tutte cadute e lo stesso destino sembrano  condividere i nostri amati frutti, fratellini e sorelline dai nomi di frutta giunti da noi cuccioli nel remoto 2007 e quasi tutti rimasti in nostra compagnia – dentro un box – per la loro intera vita, vittime di un carattere estremamente timoroso che lanciava una sfida che solo due famiglie hanno voluto cogliere.

Dopo il fratello Noce, che abbiamo omaggiato lasciando a lungo il suo ricordo sulla home page, è venuto il momento di Mela, la bella bicolore dagli occhi languidi, che in passato è stata in assoluto la più terrorizzata della cucciolata, ma che in un lentissimo progredire nei lunghi anni di frequentazione con noi aveva trovato un suo equilibrio e in qualche misura una sua serenità. A modo suo ci aveva accordato finalmente un certo grado di fiducia.

Il suo è stato un addio che avevamo messo in conto, perché la sua malattia poteva avere solo questo esito, ma quando arriva l’ora ci dimentichiamo che in fondo lo sapevamo e la notizia ci coglie comunque di sorpresa e ci lascia una profonda lacerazione. In questi giorni vedere vuoto il box che per 14 anni aveva occupato apre nei nostri cuori una ferita e quel vuoto lo sentiamo anche fisicamente dentro di noi, nonostante la sua presenza fosse sempre discreta.

La sorte ha voluto che a pochi giorni di distanza sia volato via anche un altro fratellino, uno dei due fortunati che hanno conosciuto il calore di una famiglia. E così adesso della cucciolata ne è rimasto solo uno.

Quello che ci consola un po’ è che, consapevoli della situazione, a Mela nell’ultimo periodo abbiamo cercato di rendere la vita il più dolce possibile: il nostro affetto per lei l’abbiamo profuso in deliziosi pranzetti che le stimolassero l’appetito e la tenessero in forza per il tempo che le era concesso.

Dolce Mela, per te volevamo un’altra vita, ma la sorte non l’aveva previsto. Il canile è stato la tua unica casa, ma tu ti ci sei ambientata e noi eravamo la tua numerosa famiglia. E quando la vita non aveva più nessun gusto da offrirti, abbiamo compiuto il più grande gesto d’amore: ti abbiamo accompagnato. Speriamo con tutto il cuore che il passaggio ti sia stato lieve. Sarai sempre nei nostri pensieri.